Comunicato del sindaco di Lauria Angelo Lamboglia

06-02-2020

Per riportare a tutti i laurioti l'evoluzione dei fatti sul viale dei pini del rione inferiore ed eliminare ogni ipotetica confusione, si precisa quanto segue: a seguito degli eventi dello scorso dicembre, che hanno segnato irreversibilmente la vita della nostra cittadina, l’amministrazione comunale ha dovuto far fronte a tante emergenze di varia gravità, tra le quali la pericolosità di due pini del viale sopra menzionato . Infatti , sotto le raffiche del vento eccezionale avuto , gli stessi si mostravano inclinati a tal punto da far immaginare una loro imminente caduta. Nella giornata di allerta meteo del 22 dicembre i Vigili del Fuoco procedevano al taglio del primo, valutato instabile ed in procinto di cadere, mentre per il secondo, non registrando l'imminente pericolo di crollo, rimandarono tutto all'iter ordinario. A seguito di valutazione tecnica, che ha evidenziato l'ulteriore perdita di verticalità del suddetto pino e considerate le continue allerte meteo, come sindaco ho provveduto a scrivere alla Soprintendenza richiedendo il nulla osta per il taglio del secondo albero, al fine di tutelare la pubblica incolumità soprattutto in presenza di forti raffiche di vento. Nelle more il nostro operato è stato segnalato al Ministero ed alla Soprintendenza, la quale a distanza di un mese ha chiesto solo dei chiarimenti sul taglio effettuato dai vigili del fuoco, non riscontrando invece alla nostra richiesta in merito al destino del pino inclinato. Secondo la stessa Soprintendenza , sarebbe stata doverosa una nostra richiesta di perizia preventiva che avremmo dovuto inoltrare sempre in quella fatidica notte. Capite bene, cari concittadini, che il nostro operato volto alla tutela della sicurezza pubblica, trova rallentamenti non certo ascrivibili alla nostra capacità decisionale. Siamo rammaricati per il disagio che le ordinanze di chiusura del viale comportano , ma è l’unico modo ,oggi, per tutelare la cittadinanza. Andremo avanti per ristabilire il giusto e perché si possa, nel rispetto di tutti e tutto, ristabilire il dovuto equilibrio tra ambiente e pubblica sicurezza non mettendo a rischio la cittadinanza. Nelle scorse ore ho parlato con la segreteria del soprintendente a cui ho chiesto un celere riscontro alle nostre istanze dato che, non essendoci altro modo di procedere, non è possibile bloccare un paese, e di conseguenza incidere su attività commerciali ,scuole, trasporti ecc, senza considerare che, con i cambi climatici, alberi di questo genere ed in questo stato non dovrebbero stare in un centro urbano. A tal proposito, e visti gli eventi degli ultimi giorni, mi preme ricordare che anche altrove ed in luoghi tutelati, questa tipologia di albero è stata abbattuta proprio a tutela della pubblica incolumità che è di primaria importanza rispetto a tutto il resto. #passodopopasso #lauriasiamonoi