Il Castelluccio resiste solo un tempo, poi il Lavello dilaga.

20-01-2020

Che sarebbe stata una trasferta difficile lo si sapeva da tempo; per questo i rossoblu hanno duramente lavorato in settimana per affrontare al meglio la sfida del Pisicchio. Nonostante ciò De Marco deve rinunciare, fra gli altri, ancora a Saruba e all'influenzato Grasso oltre al lungodegente Caputo. Buon approccio dei grifoni che passano addirittura in vantaggio sbloccando la gara al settimo minuto di gioco con Lavecchia; il numero 9 ribadisce in rete di testa una palla incocciata sulla traversa sugli sviluppi di un calcio piazzato. La reazione dei padroni di casa non tarda ad arrivare ma la veemenza degli affondi gialloverdi fatica a concretizzarsi grazie alle ottime chiusure di Saccà e compagni. Sfortunati i ragazzi di mister Volini che trovano sulla loro strada anche tre legni, tutti nel primo tempo, ma la prima frazione di gioco termina in parità grazie ad un penalty trasformato da Gerardi. Nel secondo tempo il Lavello resta padrone del gioco mentre il Castelluccio tira letteralmente i remi in barca e il raddoppio di Vincenzi è la naturale conseguenza di questa disparità di atteggiamento. Alla mezzora Marotta mette il punto esclamativo sull'incontro sfruttando una disastrosa uscita difensiva castelluccese. L'ultima parola, però, è sempre di bomber Gerardi che a un minuto dal termine scaraventa caparbiamente in rete la palla del definitivo 4-1. Castelluccio che ha sperato per un attimo di portare via punti preziosi ma solo quarantacinque minuti di corsa e attenzione sono davvero pochi di fronte a compagini del genere. Una sicura reazione si avrà domenica prossima nel derby contro l'Atletico Lauria.