Coppa Pollino 2019: ultimi dettagli prima del via.

06-06-2019

Sarà il consueto Simposio a fare da apripista alla tre giorni di uno dei tornei più attesi per la categoria. Limate le ultime formalità burocratiche ed organizzative, la giornata inaugurale prevede degli interessanti dibattiti ed esposizioni su argomenti legati al calcio giovanile e non solo. Dopo il classico saluto iniziale di autorità e istituzioni e con la giornalista Mariapaola Vergallito che farà da moderatrice, sarà la Dottoressa Antonella Lauria, odontoiatra specializzata presso l'Università degli Studi di Siena, ad esporre la tematica relativa al trauma dentario nel calcio giovanile. Seguirà l'intervento di mister Bernardino Filardi, allenatore Uefa B ed esperto analista tattico, che analizzerà l'importanza dell'apprendere dal gioco. Toccherà poi ad uno dei guru delle panchine, mister Raffaele Di Pasquale, presentare alla platea parte di quella visione complessa e sistemica del calcio che ha caratterizzato la sua carriera ma che ormai viene fatta propria praticamente da tutti gli staff facenti parte di un sistema calcio di alto livello. Ordinario di educazione fisica e autore di numerosi articoli pubblicati su riviste specializzate e siti tecnici è stato allenatore in serie D, fra le altre, di Ercolano, Acerrana, Aversa Normanna e Venosa. Chiuderà la serie di interventi il dott. Egidio Sproviero, che ricordiamo essere anche medico fiduciario F.I.G.C., con la valutazione funzionale sul campo affrontata, ovviamente ed in maniera prevalente, dal punto di vista medico-scientifico. Serata che volgerà al termine con la consegna del premio sportivo "Coppa Pollino" al calciatore del Potenza Calcio Carlos Clay França e con la consegna del premio giornalistico ad Antonio Croglia, giornalista ed ideatore del portale AcroCalcio. Infine tavola rotonda condotta da Angelo Oliveto, giornalista sportivo ed inviato RAI. Per chiunque sia impossibilitato nel presenziare alla serata, ricordiamo che l'evento verrà trasmesso in streaming sulla pagina Facebook U.S. Castelluccio.