Finanziamento per il Porto di Maratea da Bando FEAMP della Regione Basilicata, il Comune realizzerà i ripari per i pescatori.

01-02-2018

Maratea (PZ) – La Regione Basilicata - Dipartimento Politiche Agricole e Forestali - ha reso nota la graduatoria approvata del Bando FEAMP 2014-2020 - Misura 1.43 – Porti Luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca. Il Comune di Maratea si è classificato al primo posto con il punteggio di 18,5, ottenendo 299.826,70 euro per il progetto presentato “Realizzazione di locali per il riparo dei pescatori di Maratea e per la vendita del pescato”. Finanziamento che si aggiunge ai 2.900.000 euro ottenuti dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Domenico Cipolla, sempre dalla Regione Basilicata, per il Concorso di Idee internazionale per la riqualificazione del Porto, indetto nel maggio scorso. Un nuovo miglioramento per l’infrastruttura portuale che con Maratea mira sempre più a crescere nel ruolo di riferimento turistico per tutta l’area. Il Porto di Maratea, con i suoi 1.000 posti barca, è il più antico della Basilicata e si estende in uno specchio d’acqua di circa 40.000 mq. Situato nel Golfo di Policastro, rappresenta l’unico sbocco lucano sul Mar Tirreno. Con lo stesso Bando sono stati finanziati altri due comuni lucani, Bernalda e Pisticci che insieme a Maratea, Rotondella, Nova Siri, Policoro, Scanzano Jonico rappresentano le sette sorelle che fanno parte anche del FLAG per lo sviluppo costiero, unico per la Basilicata, denominato “Coast to Coast”. “Un'altra bella notizia per Maratea – afferma con soddisfazione il Sindaco Domenico Cipolla – il progetto che abbiamo presentato alla Regione Basilicata, si è classificato primo al Bando FEAMP dedicato alla pesca e riservato ai comuni marini. Realizzeremo al Porto i locali per il riparo dei pescatori e per la vendita del pescato. Ringrazio chi ha compiuto con professionalità l'ottimo lavoro di progettazione ed i Pescatori di Maratea che l'hanno condiviso fin dall'inizio con grande sinergia e che ora avranno un luogo degno per lo sbarco. L'opera, – continua il Primo Cittadino – destinata ai Pescatori di Maratea iscritti, sarà realizzata sulla punta del Molo Nord e si integrerà pienamente con l'altro progetto, in itinere, della riqualificazione del Porto Maratea. Un percorso che abbiamo iniziato e seguirà vari step che alla fine ci consentirà di ottenere un nuovo e più accogliente Porto, infrastruttura fondamentale per la nostra città, sia dal punto di vista produttivo che turistico